Oggi voglio parlarvi di un argomento oramai abbandonato, la Pasta di sale.

Te la ricordi?? Purtroppo a causa delle nuove tecniche di creazioni, la pasta di sale è stata un po’ abbandonata. Questa cosa mi dispiace un po’ perché è veramente un metodo alla portata di tutti. Pensare che quand’ero piccola si usava solo questo per far divertire i più piccoli. Perciò ho deciso di dedicare questo articolo alla pasta di sale. Riscopriamo le vecchie abitudini!!

Forse le nuove generazioni non sanno neanche di cosa sto parlando! Che peccato! Per carità la pasta di sale ha i suoi pro e contro. Ma è così economico e facile che ne vale veramente la pena di provare.

Ecco la ricetta:

100 gr di farina

50gr di sale fino

10 ml di olio di semi o d’oliva

60 ml di acqua

Procedimento: versa la farina ed il sale in una ciotola, aggiungere l’olio e l’acqua. Mescola energicamente l’impasto, aggiungi altra acqua o farina se necessario. Poni la pasta su un piano da lavoro infarinato e continua a lavorarla con le mani. Una volto ottenuto un composto liscio e morbido, vuol dire che l’impasto è pronto. Non ti resta che modellarlo per dar vita alla tua fantasia.

Per la cottura : bisogna metterlo in forno a 130° a temperatura bassa per 4/5 ore. Prima di prendere la creazioni, una volta cotta lasciatela raffreddare per qualche minuto. Per chi non vuole utilizzare il forno e siamo in inverno si può sfruttare il calore del termosifone.

Importante!

La cottura è fondamentale per conservare la creazione. Se all’interno della creazioni rimane un po’ di umidità, la creazione si sfalderà.

Se vuoi colorare la creazione puoi utilizzare dei colori acrilici. Altrimenti se vuoi fare una creazione di un unico colore puoi mettere nell’impasto poche gocce di colorante alimentare.

Nuove creazioni con vecchi metodi. Per non dimenticare!!!

La vita nelle mani- Creocrea